07febbraio

Azioni a sostegno della salute materno-infantile in Senegal

Si è recentemente conclusa una missione del Centro di Salute Globale in Senegal nell’ambito del progetto “Garantire il diritto alla salute delle donne e dei bambini e rafforzare l’uguaglianza di genere in Senegal”.

La missione aveva un duplice scopo: monitorare lo stato della maternità costruita e inaugurata nel mese di luglio 2019 nella Regione di Kaffrine e supervisionare il corso di formazione a circa 35 ostetriche e infermiere del Distretto Sanitario di Kaolack sulla gestione e la presa in carico della gravidanza, del parto e del neonato, oltre che sulla pianificazione familiare e le malattie sessualmente trasmissibili.

La maternità, realizzata nell’ambito del progetto di cui sopra, è stata trovata in ottime condizioni e completamente operativa, nonostante la scarsità di mobilio e attrezzature. Per tale ragione è stato concordato con il Distretto Sanitario di riferimento l’acquisto del materiale necessario per migliorare ulteriormente la struttura e garantire un ambiente sicuro e confortevole per prendere in carico la gravidanza, il parto e il post-partum.

Il corso di formazione ha visto la partecipazione di Fatou Diaw, ostetrica presso la struttura “Diagnosi prenatale e dei difetti congeniti” dell’AOU Meyer ed è stato incentrato sulla salute materno-infantile, in considerazione dei risultati emersi dal report della ricerca “Enquête épidémiologique et analyse qualitative des besoins en Santé Maternelle et Infantile dans les régions de Dakar, Kaolack et Sedhiou”, realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze nel secondo semestre del 2018, che indica tale argomento come tema prioritario tra i bisogni di formazione identificati. Alla luce di tali risultati, è stata organizzata una formazione di 3 giorni in una delle 3 zone di intervento dello studio, ovvero nella Regione di Kaolack, coinvolgendo il personale delle strutture di salute primaria.

In particolare gli argomenti trattati sono stati i seguenti :
· Sorveglianza della gravidanza in Italia e in Senegal con focus sulle similitudini e differenze tra i 2 paesi;
· Sorveglianza del parto e post-partum con l’obiettivo di rinforzare le conoscenze sulla prevenzione di complicanze e sui segnali di allarme per la messa in sicurezza di madre e neonato;
· Presa in carico delle complicanze che possono in sorgere in corso di gravidanza, durante il parto e nel post-partum e buone pratiche di gestione delle complicanze al fine di ridurre il numero di casi eventi avversi;
· Cura e salute del neonato e tecniche di rianimazione del neonato asfittico;
· Pianificazione familiare e uso dei contraccettivi;
· Malattie sessualmente trasmissibili con particolare attenzione all’ HIV.

Il programma della formazione è stato definito di concerto con la Regione Medica (RM), emanazione territoriale del Ministero della Salute e dell’Azione Sociale del Senegal, così come la metodologia, che ha compreso presentazioni power point, proiezioni di cortometraggi e e momenti interattivi (brainstorming, discussioni, giochi di ruolo sui vari argomenti ed esercizi). Il livello di partecipazione è stato elevato e il coinvolgimento degli utenti molto attivo.

Le attività di cui sopra rientrano in una strategia che vede un impegno a più livelli, operativo e strategico, per il miglioramento della salute materno-infantile nelle zone di intervento del progetto.

aou meyer, cooperazione sanitaria internazionale, Ministero della Salute e dell’Azione Sociale del Senegal, Senegal