I PROGETTI DELLA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE TOSCANA NEL MONDO

CLICCA SU UN PAESE PER VEDERE I PROGETTI RELATIVI

World CSI Placeholder
World CSI

DISTRIBUZIONE DELLE RISORSE PER AREA GEOGRAFICA

I principali destinarti degli interventi di cooperazione sanitaria sono i paesi dell’Africa Sub-Sahariana in cui la sfida principale riguarda la lotta alle pandemie. In Medio Oriente la CSI toscana, attraverso i suoi progetti, favorisce il dialogo e l’incontro tra i due popoli, palestinese ed israeliano e questo intervento ha assunto una autorevolezza tale da far sì che la Regione diventasse capofila di un intervento di 5 regioni italiane (Sicilia, Campania, Umbria e Lazio) a supporto del sistema sanitario palestinese finanziato dal Ministero degli Affari Esteri. Il Maghreb è un’altra area di intervento della cooperazione internazionale della Regione Toscana che sostiene progetti che valorizzano esperienze di incontro e scambio nell’area essendo in gioco, in quel particolare contesto, l’affermazione di diritti umani e della democrazia.
I Balcani rappresentano una ulteriore area strategica della cooperazione sanitaria toscana. Qui la sfida è quella di adeguare i servizi ed i sistemi sanitari agli standard europei, dato l’imminente ingresso di questi paesi in Europa. Per quanto concerne l’America Latina la CSI ha visto negli ultimi anni esperienze pilota con gli Atenei toscani di ricerca/azione finalizzate alla crescita dei sistemi sanitari.

La scelta dei paesi di intervento è basata

sul vantaggio comparato che può avere la CSI in termini di potenzialità e qualità dei partenariati costituitesi nel tempo;

sulla possibilità di raggiungere negli specifici settori una massa critica di risorse economico-finanziarie;

sulla significativa presenza – nel territorio toscano – di determinate comunità di migranti.