20novembre

Giornata mondiale dei nati prematuri

Il 17 novembre si celebra la Giornata Mondiale della Prematurità e per l’anno 2019 il tema è: “Nati troppo presto: fornire le cure giuste, al momento giusto, nel posto giusto”.

In occasione di questa giornata, due neonatologi dell’AOU Senese, dott.ssa Barbara Tomasini e dottor Stefano Zani si sono recati in missione a Nairobi – Kenya con l’obiettivo di valutare il flusso di neonati e madri presso i reparti di maternità e pediatria dell’Ospedale Ruaraka Uhai Neema, gestito dall’ONG World Friends e supportato da molti anni dalla Regione Toscana, e migliorare la qualità dei servizi offerti e la sicurezza dei pazienti.

In particolare, l’idea è quella di sviluppare la stanza Kagaroo Mother Care, per facilitare il contatto pelle a pelle per i bambini prematuri. Grazie al contributo dei due neonatologi esperti, l’unità NewBorn migliorerà offrendo nuovi letti per la stanza Kagaroo Mother Care, come richiesto dalle Linee guida nazionali del Kenya.

La giornata è iniziata con una formazione sul tema della rianimazione neonatale, rivedendo le linee guida essenziali per l’assistenza ai neonati: le infermiere e ostetriche della New Born Unit (NBU) hanno affrontato la fase del parto, con particolare attenzione ai bambini sani e all’approccio ai neonati malati. Dopo la prima analisi e formazione, il team di gestione e i responsabili dei Dipartimenti si sono incontrati per rivedere i dati dell’anno passato e pianificare un rinnovamento del reparto di maternità e pediatria, al fine di migliorare i servizi neonatali.

L’idea è quella di creare un posto migliore per le madri dopo il parto, per incoraggiare l’allattamento al seno e il contatto pelle-pelle con i neonati, secondo le linee guida dell’OMS.

AOU Senese, giornata mondiale prematuri, Kenya, OMS, world friends