03settembre

Il Centro di Salute Globale partecipa a CUCS Brescia 2015 – rinforzare il capitale umano nei Paesi a risorse limitate- dal 10 al 12 settembre

Il Convegno CUCS – Coordinamento Universitario per la Cooperazione allo Sviluppo – che si svolgerà a Brescia dal 10 al 12 settembre, vuole portare avanti la riflessione sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda post 2015 – iniziato a Torino nel 2013 – ponendo l’accento sull’empowerment delle popolazioni nei Paesi a risorse limitate nonché sull’impegno per garantire la propria autonomia alimentare, sanitaria ed economica.

Ecco il sito  da cui scaricare il programma del Congresso.

Il Centro di Salute Globale sarà presente all’evento nella sessione poster dedicata a Salute Pubblica e Cooperazione allo Sviluppo con i progetti:

TUNISIA “Salute per tutti- per una governance condivisa dei sistemi sociali e sanitari tra la Tunisia e l’Italia”

MATCH: Un progetto multi-paese sulla salute materno infantile in Sud Africa, Tanzania e Repubblica Democratica del Congo.

La sessione intende costituire un confronto di esperienze condotte dalle Università italiane in ambito di cooperazione sanitaria con focus particolare – ma non esclusivo- sugli aspetti preventivi delle patologie prevalenti nelle aree a basse risorse.

In un’ottica di sempre maggiori ristrettezze di disponibilità di risorse destinate alla salute, assumono importanza le strategie preventive per le patologie trasmissibili e per la salute materno infantile e l’approccio in termini di Sanità Pubblica. Ciò è certamente vero (in ambito infettivologico e pediatrico in particolare), ma anche ed in misura crescente per le patologie non trasmissibili (neoplastiche, cardiovascolari, e dismetaboliche) che rappresentano una importante quota di patologia e sono spesso conseguenze di errati stili di vita e delle diseguaglianze sociali anche nei Paesi a risorse limitate.

cooperazione