15novembre

Cultura della valutazione – Convegno a Padova il 2 dicembre

La valutazione dei progetti di cooperazione sanitaria internazionale. Teorie, esperienze e prospettive future. La conferenza ha visto alternarsi interventi di esperti e una tavola rotonda con le maggiori ONG italiane per diffondere una “cultura della valutazione”.

Il convegno, svoltosi a Padova il 2 dicembre, è stato  interamente dedicato a un tema fondamentale ma spesso poco discusso: la valutazione dei progetti di cooperazione sanitaria internazionale, coinvolgendo nel dibattito esperti, operatori sul campo e rappresentanti istituzionali.

Si tratta della seconda edizione di questo appuntamento – la prima si era svolta nel settembre 2015 a Firenze – che desidera diventare annuale: si intende infatti portare il processo di valutazione dei progetti internazionali al centro dell’attenzione e diffondere una vera e propria “cultura della valutazione”.

La valutazione è la fase che consente la riflessione, l’analisi e il miglioramento degli interventi, può aiutare a individuare processi che funzionano e farli diventare replicabili in contesti simili, può analizzare risultati e verificare quindi l’impatto.

Ecco il programma

Tra gli esperti invitati a discutere il tema i rappresentanti dell’area di Cooperazione e Sviluppo della Commissione Europea e dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione, oltre a numerose organizzazioni non governative impegnate sul campo:  Medici Senza Frontiere, CCM – Comitato di Collaborazione Medica, Emergency e World Friends.

La conferenza è organizzata da Medici con l’Africa Cuamm insieme al Centro Salute Globale.

Scarica il comunicato stampa congiunto

Ecco tutte le presentazioni:

Franco Conzato, POLITICHE EUROPEE DI VALUTAZIONE

Francesco de Stefani Spadafori, LA VALUTAZIONE NELLA COOPERAZIONE ITALIANA

Enrico Materia, I PRINCIPI GUIDA DELLA COOPERAZIONE SANITARIA

Giorgio Tamburlini, VALUTAZIONE: LA CULTURA, I METODI

Filippo Spagnuolo, IN CAMMINO VERSO L’ACCOUNTABILITY

Vai agli atti del convegno dello scorso anno

cooperazione, workshop