03settembre

L’impegno per la salute dei migranti del CSG e della Regione trova conferma

Due atti deliberativi di particolare rilievo sulla tematica Salute e Migrazione sono stati approvati dalla Regione Toscana tra la fine di luglio e l’inizio di agosto.

In primo luogo il 27 luglio, con specifica delibera, sono state recepite a livello regionale le Linee Guida “I controlli alla frontiera. La frontiera dei controlli. Controlli sanitari all’arrivo e percorsi di tutela per i migranti ospiti nei centri di accoglienza”, che costituiscono uno strumento importante per i professionisti socio-sanitari, le autorità sanitarie e gli stakeholder che partecipano al sistema di assistenza e di accoglienza dei migranti e dei richiedenti protezione internazionale, dal momento del loro arrivo e sino alla “presa in carico” nei centri. Il recepimento di queste linee di indirizzo è una grande opportunità per indirizzare ed uniformare le modalità di attuazione della sorveglianza sanitaria e della tutela della salute dei migranti nei diversi contesti locali.

 

La stessa delibera recepisce le “Linea Guida per la programmazione degli interventi di assistenza e riabilitazione nonché per il trattamento dei disturbi psichici dei titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria che hanno subito torture, stupri o altre forme gravi di violenza psicologica, fisica o sessuale”, volte a fornire indicazioni sull’attuazione di interventi appropriati ed uniformi sul territorio regionale, attraverso percorsi per l’individuazione, la presa in carico ed il trattamento di vittime di violenza intenzionale e di tortura, in continuità tra il sistema di accoglienza per i rifugiati e il sistema di assistenza socio-sanitaria.

 

In ultimo, per definire una procedura univoca e appropriata per l’accertamento dell’età dei minori stranieri non accompagnati, è stato recepito il  “Protocollo multidisciplinare per la determinazione dell’età dei minori stranieri non accompagnati”, approvato a inizio giugno dalla Conferenza Unificata. 

 

Per informazioni, trovate qui la delibera n. 1007 del 27.07.2020 e i relativi allegati:
http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/DettaglioAttiG.xml?codprat=2020DG00000001176

 

Il secondo atto di notevole importanza, approvato dalla Giunta Regionale lo scorso 3 agosto, contiene le revisioni al capitolo relativo alla parte seconda – Assistenza sanitaria ai cittadini stranieri, delle “Linee guida regionali per l’applicazione della normativa sull’assistenza sanitaria dei cittadini non italiani presenti in Toscana”. Tale documento – che contiene un aggiornamento dell’attuale normativa e chiarifica alcuni passaggi – è stato elaborato da parte di un gruppo di lavoro costituito da professionalità delle strutture sanitarie e della Regione Toscana e coordinato dal Centro di Salute Globale. Stiamo lavorando alla redazione di una versione semplificata, che sarà distribuita in autunno alle Aziende Sanitarie della Regione Toscana e che sarà seguita da una formazione specifica rivolta agli operatori amministrativi.

 

Trovate qui la delibera 1146 del 03.08.2020 con i relativi allegati: 

 http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/DettaglioAttiG.xml?codprat=2020DG00000001170

Regione Toscana, salute e migrazione